Estetica Uomo

Botulino Roma- Dr. Fulvio Conte

In Breve


• Tossina botulinica su un uomo, esistono differenze di trattamento?
• Bruxismo- quando la tossina botulinica è utilizzata anche per rimediare ai disturbi del sonno
• Trattamento a base di botulino e falsi miti, il dr. Fulvio Conte ne parla in esclusiva per Infoestetica

Trattamento a base di tossina botulinica su un paziente uomo

Il Dr. Fulvio Conte, nella sua clinica sita a Roma in Piazzale Belle Arti, ha eseguito per le telecamere di Infoestetica un trattamento di botulino su un paziente maschile.

Quali sono le accortezze di cui tener conto quando si effettua un trattamento di botulino su un paziente maschile?

«La differenza concreta nell’effettuare il trattamento di tossina botulinica su un uomo o su una donna verte, soprattutto, nel rispetto dei tratti somatici maschili.
Ad esempio, l’arco sopraccigliare nell’uomo è piatto e non può essere sollevato come nei casi della donna, altrimenti si rischia di femminilizzarne i tratti. Un’altra accortezza I muscoli sono più forti e robusti, quindi occorre una maggior quantità di prodotto per ottenere risultati ottimali.»

Qual è , nello specifico, il trattamento che andrà ad effettuare sul suo paziente?

«Inizierò effettuando delle infiltrazioni di tossina botulinica a livello del muscolo procero che è responsabile dell’arricciamento del naso, tratterò il corrugatore responsabile delle rughe verticali e il muscolo frontale, responsabile delle rughe orizzontali che si formano quando si tirano su le sopracciglia.
Ovviamente in questi casi bisogna usare maggior premura, perché il rischio è di alterare la caratterizzazione espressiva del volto, anche se temporaneamente.
Il paziente in questione, inoltre, soffre di bruxismo, che è la tendenza per cui si digrignano i denti durante la notte ed è anche per questo che beneficia di un po’ di botulino anche nel muscolo del massetere, che è quello coinvolto in questo fenomeno. »

Il botulino è utile anche nei casi di bruxismo, in che modo?

«Grazie al botulino si inibisce leggermente la funzione del massetere così da limitare la presenza di questo problema.»

Questa pratica potrebbe creare disfunzioni per quanto riguarda la masticazione?

«Si effettuano infiltrazioni di quantità limitata, dunque non c’è neanche la minima e remota possibilità che causi alcun problema alla masticazione. »

Qual è il prodotto che utilizza?

«Mi affido a Bocoture che, nel panorama in questione, è una delle gamme più evolute, priva di proteine, infatti è un composto liofilizzato a base di tossina botulinica pura

Cosa si sente di dire a chi nutre ancora dei preconcetti o semplice disinformazione circa il trattamento a base di tossina botulinica?

«A sostegno della tesi che afferma che la tossina botulinica sia un farmaco molto sicuro basta pensare che essa viene utilizzata in medicina con dosi notevolmente più elevate rispetto a quelle utilizzate in medicina estetica. Non è utilizzata, quindi, solo per funzioni estetiche. È ottimale, infatti, anche in casi di spasmi muscolari, sudorazione, e, come in questo caso, di bruxismo.
E, altro fattore di importanza rilevante, gli effetti del botulino non sono permanenti! Quindi niente paura, basta solo affidarsi ai professionisti!»

Nel frattempo il dr. Fulvio Conte ha terminato il trattamento a base di tossina botulinica sul suo paziente, il quale non mostra alcun segno di indolenzimento e che si dice soddisfatto del risultato. Non ci resta che attendere qualche giorno per vedere i risultati definitivi del trattamento che, già dalla prima fase post iniezione, sembra promettere davvero bene!


Intervista di Giancarlo Loiacono

Articolo di Francesca Bubba