Personaggi

Parla Loredana Lecciso: «Non sono una miracolata dalla genetica. Mangio bene e faccio tanta ginnastica in casa. Il mio sogno nel cassetto? Condurre un format scritto da me!»

In Breve


Il tempo sembra davvero graziarla. Loredana Lecciso continua ad essere in grande forma e forse è ancora più bella di quando esordiva in tv al fianco di Albano parecchi anni fa. Scopriamo insieme a lei i suoi segreti…

• Il mio aspetto non è merito della genetica. Ho un metabolismo lento e devo stare sempre attenta a quello che mangio
• Mi alleno tutti i giorni con l’ellittica ma faccio anche le scale senza mai prendere l’ascensore
• Adoro i carboidrati ma cerco di controllarmi e di bilanciare i pasti
• Mio padre mi ha insegnato a mangiare sano. L’alimentazione è fondamentale per stare bene ed in salute!
• Il mio segreto di bellezza? L’olio d’oliva. Lo uso in cucina ma anche sui capelli e sul corpo. È un ottimo nutriente. In passato mi facevo maschere con il tuorlo d’uovo
• Con lo specchio ho sempre avuto un rapporto altalenante
• Mi attribuiscono molti più interventi di quelli che in realtà ho fatto. La verità la so solo io!
• Mia figlia se ne frega dei commenti negativi. Come vede il suo futuro? Vuole seguire le orme del nonno e diventare una psicologa infantile
• Ho detto di no al Grade Fratello Vip perché non voglio essere osservata h24. Un reality che invece farei subito è Ballando con le stelle
• Il mio sogno nel cassetto? Condurre un format scritto da me

Ironica, positiva e sempre sorridente. Loredana Lecciso si è sempre messa in gioco nella vita privata ed in quella professionale. Pochi credevano al suo amore per Albano Carrisi. Eppure, dalla loro unione sono nati due splendidi figli, Yasmine ed Albano jr. Ed anche ora che non stanno più insieme tra loro sono rimasti la stima e l’affetto di sempre.

Nonostante le gravidanze ed un’età non più giovanissima, Loredana continua a sfoggiare misure perfette ed un aspetto sempre impeccabile. L’abbiamo raggiunta al telefono per farci raccontare i suoi segreti…

Loredana sei sempre in ottima forma. Tutto merito della genetica?

«Purtroppo no. A differenza della mia gemella che mangia di tutto e non ingrassa, io devo fare molta attenzione. Ho un metabolismo lento e se sgarro metto su peso. Per questo cerco quanto più possibile di controllarmi nell’alimentazione e di muovermi, anche se più passa il tempo più diventa difficile mantenersi bene».

Che allenamento fai nello specifico?

«Quando riesco cerco di fare almeno 40 minuti di attività fisica al giorno. Non vado in palestra ma in casa ho un attrezzo ginnico, l’ellittica, che mi permette di muovere tutto il corpo, braccia e gambe contemporaneamente. Prima utilizzavo il tapis roulant ma l’ho sostituito con questo da circa 10 anni. Poi io uso dei trucchetti banali ma efficaci: per esempio abito al quarto piano e non prendo mai l’ascensore. Mi capita di fare le scale anche 10 volte al giorno e questo aiuta a mettere in moto la circolazione e a tonificare le gambe».

Ti aiuti anche con qualche trattamento estetico?

«Ci sono dei periodi dell’anno che ne faccio veramente tanti ed altri che invece non ne faccio neanche mezzo! Vado a fasi alterne ma rimango dell’idea che non esista nulla di più efficace dell’attività fisica».

Che tipo di alimentazione segui?

«Purtroppo sono appassionata di carboidrati, pasta e dolci in particolare. Però cerco di limitarmi e di compensare. Se per esempio ho mangiato di più a pranzo, a cena mi tengo leggera. L’equilibrio ed il bilanciamento dei pasti per me sono importanti, anche se non sempre ci riesco. A volte mangio a ruota libera. Questa estate ho sgarrato parecchie volte ed i risultati si vedono!»

So che però in famiglia ci tenete molto all’alimentazione sana….

«Sì. Questo è un valore che mi ha trasmesso mio padre che è un pediatra. Lui ci teneva che noi figli mangiassimo sempre bene. Non conoscevamo da piccoli una merendina, un prodotto confezionato, alimenti fritti. All’epoca non gradivo per nulla, poi con il tempo ne ho capito l’importanza, perché è proprio vero quando si dice che siamo quello che mangiamo. Quando io ero piccola era più facile mangiare bene perché i prodotti erano molto più sani di oggi ma credo comunque che sia fondamentale stare attenti a quello che mettiamo in tavola.
Un’alimentazione sbagliata incide su tante patologie. Se ci nutriamo in modo corretto ci sentiamo bene e siamo anche più belli!»

A proposito di alimenti sani, so che tu sei una grande estimatrice dell’olio d’oliva…

«Sì, lo uso in cucina ma anche come prodotto di bellezza, sia sui capelli che sul corpo. Mi piace cambiare look e tra pieghe e colorazioni i capelli si rovinano. Faccio allora degli impacchi sulle lunghezze e utilizzo l’olio anche come idratante per il corpo. È favoloso. Non ci crederai ma me l’ha insegnato Albano!»

In generale i prodotti di bellezza li compri tutti o qualche volta ti piace sperimentare con quello che hai in casa?

«A parte l’olio d’oliva compro tutto perché non ho tempo. Quando ero ragazza invece mi piaceva sperimentare. Per esempio a volte facevo delle maschere per i capelli con il tuorlo d’uovo. Li lasciava morbidi e nutriti».

Che rapporto hai con lo specchio? Hai paura di invecchiare?

«Dico la verità, non mi fa paura l’idea di invecchiare in sé ma il pensiero che le cose e le persone possano pian piano consumarsi. Razionalmente sono consapevole che, per quanto uno possa aiutarsi, non può rimanere giovane per sempre. Poi però è chiaro che non è piacevole vedere che non si ha più quella freschezza e quella bellezza dei 20 anni…Con lo specchio ho sempre avuto un rapporto strano: a volte mi piacevo tanto, altre volte mi detestavo, al punto che avrei cambiato tutto di me. Con il tempo ho capito che dipendeva dallo stato d’animo del momento».

Alcuni sul web e sui social ti attaccano accusandoti di esserti rifatta troppo e male. Come rispondi?

«Credo che ognuno di noi debba avere un rapporto personale con la chirurgia plastica. Non mi sognerei mai, neanche a mia sorella, di consigliare un trattamento piuttosto che un altro. Le persone devono stare bene con se stesse, questo è l’importante. Io ne ho fatto uso ma molto meno di quanto poi è stato dichiarato sui giornali o sui social. La realtà la so io e basta!»

Anche tua figlia Jasmine è finita recentemente nella rete degli haters per delle foto postate su Instagram. Come ha reagito?

«Mia figlia è molto coccolata. Mi sono imbattuta in tanti commenti positivi di ragazze, donne e questo mi fa molto piacere. Poi, come in tutte le cose, c’è il rovescio della medaglia. Mia figlia la vive bene perché ha i piedi ben piantati a terra e sa che nella vita ci sono gli ammiratori ma anche i detrattori. Bisogna sempre vedere da chi arrivano i commenti negativi. Già una persona adulta che muove delle critiche verso una ragazzina di 18 anni magari ha qualche problema, un malessere che va considerato…Io comunque rispetto tutti, non mi piace rispondere in malo modo come vedo fare da altri miei colleghi. Non è costruttivo scendere a quel livello!»

Pensi che così bella tenterà una strada nel mondo dello spettacolo?

«In realtà lei nella vita vuole fare tutt’altro. Vorrebbe seguire le orme del nonno, non diventando proprio una pediatra ma una psicologa infantile. È sempre stata affascinata dal mestiere di mio padre che ogni tanto se la portava dietro quando era più piccola. Le piacerebbe rendersi utile come fa lui».

Tornando a te, so che hai detto no al Grande Fratello Vip. Motivo?

«La verità è che non riuscirei mai a sentirmi osservata h24».

C'è un reality che faresti invece ad occhi chiusi?

«Ballando con le stelle!»

Canti, balli ma qual è il sogno professionale di Loredana?

«Condurre una trasmissione scritta da me. Negli anni scorsi ho buttata giù dei format divertenti, di intrattenimento. Mi piacerebbe vederli realizzati».


di Maria Lucia Panucci

15 Febbraio

Roma, Tastevere

Prima data

logo