Medicina Estetica e Social. Quando la Moda si scontra con la realtà

Medicina Estetica e Social. Quando la Moda si scontra con la realtà

Intervista alla dr.ssa Nadia Fraone

IN BREVE

  • Medicina Estetica e Social. La dr.ssa Nadia Fraone mette in guardia dalle mode. Ogni persona è diversa
  • Per stabilire cosa sia giusto per ogni paziente è necessario sottoporsi ad una accurata visita medica
  • Ognuno di noi è diverso, bisogna valorizzare la propria individualità piuttosto che spendere energie a cercare di essere come qualcun altro

Fox Eyes, Russian Lips, Labbra a Ciliegia, sono alcuni dei trattamenti che spopolano sui social e che arrivano direttamente come richiesta specifica dei pazienti negli studi medici. La moda, si sa, ha il compito di creare tendenze. Quando queste riguardano la medicina, però, si rischia di superare il confine che separa dal buon senso e dalla salute tout court.

La dr.ssa Nadia Fraone, medico estetico, ha particolarmente a cuore questo tema. Ne ha parlato durante l’ultimo congresso SIME mettendo in evidenza come spesso chi fruisce dei social lo fa in modo poco critico, seguendo tendenze che poco hanno a che fare con ciò che è più giusto per sé.

La domanda nasce spontanea. Come si fa a capire quale sia il miglior trattamento per ognuno? “I social non si possono sostituire alla visita medica – ha affermato la dr.ssa Fraone – Ogni diagnosi deve provenire da un medico”. Per capire se un trattamento è adatto alla morfologia (ed alla psicologia, nd) del paziente, è vincolante il parere dello specialista.

“La tendenza a richiedere trattamenti specifici è aumentata con il progressivo diffondersi dell’uso dei social network e riguarda tutte le fasce d’età. Certo, i giovani sono più sensibili alle mode, ma le richieste arrivano anche da pazienti che hanno raggiunto o superato i cinquant’anni”.

La soluzione, per la dottoressa, è una sola: consultare il Medico Estetico. “La visita è fondamentale e quando ci si trova di fronte ad una richiesta specifica, compito dello specialista è indagare sul motivo che sta dietro quella richiesta. La relazione medico-paziente è il punto di partenza per capire e consigliare”. La Medicina Estetica, come ha precisato anche il prof. Bartoletti nella stessa occasione, riguarda il benessere psico-fisico del paziente ed indaga la persona nella sua totalità. A questo la dottoressa Fraone ha aggiunto un appello rivolto a tutti.

“Ognuno di voi è unico e irripetibile, non cercate di emulare chi è diverso da voi. Valorizziamo le nostre caratteristiche invece che cercare di essere chi non siamo”.