Alimentazione

Consigli su come “fare la dieta” a Natale

Si può fare la dieta a Natale?

Non è necessario, basta seguire alcune accortezze, parola di esperto! Ne abbiamo parlato con la dr.ssa Elisa Muti, biologa nutrizionista, esperta in Nutrizione in condizioni fisiologiche e nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare.
In breve
  • No al digiuno e a saltare i pasti
  • Dolci sì ma a colazione
  • Precedenza ai piatti più gustosi e “occasionali”
  • Mangiare lentamente è una buona abitudine
  • Una bella passeggiata dopo aver mangiato è quello che ci vuole

Dieta e Natale: due parole che sembrerebbero non andare d'accordo, eppure è possibile conciliare uno stile di vita sano anche durante il periodo delle feste natalizie, quando sconti, slogan e promozioni ci inducono in tentazione e cercano di sconvolgere le nostre buone abitudini alimentari! Ecco quindi dei consigli realmente pratici da mettere in atto.

Evitate innanzitutto dannosi digiuni che non fanno altro che rallentare il nostro metabolismo. Spesso infatti scatta quel meccanismo mentale che suggerisce: “salto il pasto così a cena potrò mangiare di più”. Meglio invece ridurre le quantità sin da ora e magari il giorno dopo un'abbuffata consumare solo proteine e verdura evitando i carboidrati.

Siete proprio dei patiti dei dolci? Consumateli: ma a colazione! Come ci comportiamo invece durante il pasto? Circa mezz’ora prima assumiamo un buon centrifugato di anice, mela e limone, ingredienti che facilitano l’azione del fegato e preparano l’intestino alla digestione.

Giocate d'anticipo! durante le feste scegliete quali piatti vi fanno maggiormente gola e che difficilmente rimangerete. Usate poi escamotage visivi: piatti piccoli e riempiti poco alla volta così vi sembreranno sempre pieni.

Mangiare molto lentamente aiuta a percepire prima il senso di sazietà. Non aggiungete salse e condimenti inutili a piatti già sicuramente elaborati. Evitate poi di chiudere il pasto con la frutta; sono zuccheri in più che si vanno a depositare.

Cotechino e lenticchie sì o no? Se preparate questo piatto, verso la fine della cottura delle lenticchie aggiungete uno o due cucchiai di semi di cumino che assorbono i gas intestinali in eccesso favoriti dalla fermentazione delle proteine della carne.

Ogni festa che si rispetti prevede anche dei brindisi. Ricordate però che l'alcool ha un potere calorico che il nostro organismo non utilizza. Meglio un boccone in più che troppi bicchieri di vino. Prediligete in ogni caso del buon vino rosso alle bollicine.

Dopo i pasti concedetevi una bella camminata di 30 min prima di risedervi a tavola per l'immancabile tombolata.
Ponetevi un obiettivo reale a facilmente raggiungibile per le feste a cui si può associare un giusto equilibrio alimentare. Confrontatevi quindi con il vostro nutrizionista per concordare il vostro personale obiettivo e il conseguente comportamento da tenere.
Buttate infine quell'antipatica bilancia! Non pesatevi subito dopo le feste: spesso quei chiletti in più sono solo ritenzione idrica.

Ricordatevi: non si ingrassa tra Natale e Capodanno ma tra Capodanno e Natale!

Buone Feste


della Dott.ssa Muti Elisa, biologa nutrizionista

Riceve a Falconara M.ma (AN) e Piediripa di Macerata (MC)
Scrivi a posta@infoestetica.it per prenotare una visita