Personaggi

Conciati per le feste. Consigli di medicina estetica per arrivare al meglio al natale

Lo splendore e la bellezza del viso si possono ottenere con trattamenti non invasivi che permettono ai lineamenti di distendersi e ritrovare una visibile freschezza in tempi rapidi. Sono l’ideale prima di una festa o di una serata particolare, per apparire subito più belli.
La medicina estetica mette a disposizione diversi trattamenti per viso, collo, décolleté e mani con effetto immediato, in totale assenza di ematomi e dolore.
Vediamo quali, tra questi, si possono fare anche lo stesso giorno dell’evento.

1) Trattamento di biorivitalizzazione senza aghi, PRX T33. Attenua i segni del tempo come microrughe, macchie e cicatrici. Si tratta di un gel a base di acido tricloracetico al 33% (TCA) tamponato con il perossido d’idrogeno (H2O2) e in combinazione con acido cogico al 5%. Viene applicato con un particolare massaggio sulle aree da trattare, stimola in profondità l’attività dei fibroblasti, la produzione di collagene e elastina. Inoltre dona alla pelle idratazione, tono, elasticità e luminosità immediata, senza effetti collaterali.

2) Ossigenoterapia, Intraceutical Oxygen. È un trattamento prezioso che permette alla pelle di respirare ossia ossigena la cute e attiva il processo osmotico di penetrazione delle sostanze attive che riescono così ad arrivare in profondità, dona alla pelle un effetto “lifting” istantaneo, idratazione profonda e luminosità immediata. L’azione principale è erogazione di ossigeno che permette la veicolazione di sieri contenenti acido ialuronico, antiossidanti e vitamine con un processo delicato, non invasivo e rilassante, poiché indolore. Consigliatissimo prima di eventi importanti, non ha effetti collaterali, rivitalizza la pelle che risulta più tonica e luminosa.

3) Hyalual peel a base di mandelico. Sono 4 tipi di peeling superficiali, composti da una associazione di acidi, che lavorano in sinergia con azione antiaging. La combinazione multifunzionale permette un effetto terapeutico sinergico, il peeling si presenta in forma di gel, agisce a livello del rinnovamento dell'epidermide, in assenza di downtime. Il risultato consiste nel ringiovanimento cutaneo, in particolare nel ripristino della luminosità, del colorito del tono e elasticità della pelle. Si applicano con un guanto sulle aree interessate, si lasciano in posa il giusto tempo e poi si rimuovono semplicemente con acqua. In assenza di effetti collaterali si possono eseguire anche qualche ora prima dell’evento.

4) Metodica di nuovissima tecnologia, è il Nanopore, o biostimolazione fisico-meccanica dello strato corneo. Mediante microperforazione cutanea si ha penetrazione di attivi negli strati più profondi della pelle. Grazie alla riattivazione del microcircolo e alla stimolazione dell’attivazione cellulare aumenta la luminosità dell’area trattata con una riduzione dei pori e soprattutto delle micro rughe, inoltre migliora tono, lassità cutanea e luminosità. Si applica un siero contenente principi attivi sull’area da trattare e con un microdermoabrasore meccanico si eseguono 3-4 passaggi delicatissimi per far penetrare (0,25 mm) il prodotto (0,25 mm), favorendo il ricambio cellulare e il rimodellamento della superficie della pelle, migliorandone la permeabilità della cute, donando turgore e luminosità. Anche se si parla di microperforazioni non si hanno ematomi né dolore poiché la lunghezza dell’ago di 0,25mm riesce solo ad aprire la superficie dell’epidermide e far penetrare i sieri.


di Dr.ssa Maria Gabriella Di Russo

Guarda la scheda medico della dr.ssa Gabriella Di Russo