Klea, l’influencer e la mastoplatica additiva

Klea, l’influencer e la mastoplatica additiva

klea2
Non sempre il fisico, che natura e dna ci donano, rispecchia i nostri desideri. La chirurgia estetica,  però, può venirci incontro soprattutto se si parla di operazioni mirate a migliorare il proprio corpo. È il caso della mastoplastica additiva, l'intervento che consente di avere un seno più pieno e definito.

Il sogno di moltissime ragazze e anche quello di Klea Marku, influencer e volto conosciuto in televisione (protagonista di Ex on the beach Italia) e al cinema (con ruoli in "Fiore" del 2016 e "Io sono tempesta" del 2018). Klea, classe 1995, è molto popolare sui social network e con i suoi 200mila follower non ha mai nascosto il desiderio di volere un seno più abbondante in linea con le sue forme. Per questo, spinta dalla collega e influencer Ilenia Furfaro - che ha realizzato già il suo sogno di un seno perfetto - ha deciso di rivolgersi al dottor Giorgio Giovannelli.

Prima di sottoporsi all'intervento di mastoplastica additiva, Klea ha parlato con noi di Infoestetica per raccontarci come è nato il desiderio di vedersi diversa: "È una cosa che ho sempre voluto. In realtà non ho un complesso, non mi vergogno, al mare non mi copro. Però ho sempre voluto averlo più abbondante. Per quanto tu possa vederti bene, avere un atteggiamento piacente, il seno fa la sua parte. Ho aspettato e aspettato e adesso che faccio un lavoro dove sponsorizzo costumi e alcuni brand mi sono accorta di quanto mi serva avere un bel seno. E ho deciso che era ora di farlo".

Non è solo l'aspetto professionale ad avere spinto Klea a un cambiamento, ma anche la voglia di sentirsi bene con se stessa. I crescenti impegni professionali e l'incontro con Ilenia Furfaro le hanno dato la spinta che le mancava: "Il suo seno è perfetto e così naturale. Quando le ho chiesto se fosse naturale, lei mi ha confessato di averlo fatto dal dottor Giorgio Giovannelli e mi sono decisa". Le idee per lei sono già chiare e, se sogno deve essere, che lo sia al meglio: "Le voglio naturali, giuste, a goccia, non troppo grandi perché sono abituata a non averle".

Alla vigilia dell'intervento di mastoplastica additiva, Klea ci ha confessato di avere un po' di timori, superati grazie alla professionalità del dottor Giovannelli e al suo grande desiderio di vedersi più bella: "Il desiderio di averle perfette è così grande che sono contentissima. Poi durante la consulenza il dottore mi ha spiegato così bene le cose, che mi è sembrato facile e perfetto".

Con Klea siamo entrati nella Clinica Villa Salaria per seguire da vicino la sua esperienza e fare conoscere in modo diverso e sicuramente più diretto l'intervento della mastoplastica additiva. Le nostre telecamere hanno ripreso parte dell'intervento per raccontare la procedura, che il chirurgo Giorgio Giovannelli ci ha anticipato: "È una primaria, lei parte con un seno molto piccolo e il suo desiderio è sempre stato quello di avere una terza non abbondante. Quindi faremo un accesso dal solco sotto mammario e inseriremo una protesi di una grandezza all'incirca di 300 cc anatomica, in modo da dargli anche una bella forma, quelle comunemente chiamate protesti a goccia. Si tratta di un intervento di 50 minuti, un'ora". E il risultato finale è stato quello richiesto da Klea: un intervento pulito e facile che le ha permesso di ottenere un seno portabile, non volgare e proporzionale al suo fisico.