Pelle luminosa in autunno, la luce parte dall’idratazione

Cambio di stagione e nuove abitudini di bellezza: di cosa ha bisogno la nostra pelle con l’arrivo dei primi freddi?

È tempo di rinnovamento: i capelli cadono, la pelle scolorisce e le difese immunitarie si abbassano. In che modo affrontare il cambiamento? Come prendersi cura del proprio corpo durante l’autunno? Ecco alcuni consigli utili...

Arriva ottobre, le giornate si accorciano, l’abbronzatura scolorisce prima dal viso, poi dal corpo e la routine si impone sulle nostre giornate. Il cambio di stagione è un momento impegnativo non solo per mettere ordine negli armadi e rinfrescare gli indumenti che avevamo messo da parte qualche mese prima ma anche per il nostro corpo che ha bisogno di riabituarsi allo stress della vita autunnale. La pelle, esposta agli agenti atmosferici e allo smog, può apparire poco luminosa e stanca o addirittura riportare delle macchie dovute all’eccessiva esposizione al sole dei mesi precedenti

Idratazione è la parola più importante da tenere in considerazione. Sole e salsedine tendono a rendere la pelle secca e, a lungo andare, favorire l’invecchiamento precoce della cute. Detergere il viso mattino e sera è fondamentale, così come esfoliare la cute con scrub specifici che tolgono qualsiasi impurità.
Tempo d’autunno, tempo di peeling dunque. Per rinnovare la cute, cosa c’è di meglio che eliminare lo strato epidermico sciupato e rendere la pelle più luminosa e ricettiva ai trattamenti cosmetici idratanti? Scegliere un peeling delicato significa rimuovere le cellule morte dal viso con un composto a base di acidi esfolianti. è fondamentale affidarsi a medici estetici esperti in grado di consigliare il grado di esfoliazione più adatto alle esigenze del paziente. Il peeling, infatti, può essere molto leggero e favorire una rinnovata luminosità alla pelle, oppure profondo ed agire su rughe e cicatrici da acne. La forza “rinnovante” del peeling è determinata, quindi, dalla concentrazione di acidi nel composto. Questo trattamento potenzia il processo di autorinnovamento delle cellule e prepara la pelle a ricevere trattamenti successivi, ad esempio quelli idratanti o antimacchie.

Esfoliare il viso a casa può essere una buona alternativa laddove sia necessario purificare la pelle in modo dolce. In commercio sono disponibili molti prodotti a base di acido glicolico, acido salicilico, acido piruvico o altri dalle texture liquide da applicare sul viso una volta a settimana, maschere che rimuovono le cellule morte in pochi minuti oppure i dischetti imbevuti di acidi esfolianti da passare sul viso con movimenti rotatori, dal centro verso l’esterno. È importante non mischiare due diversi prodotti esfolianti e indossare una protezione solare nelle ore del giorno. La pelle esfoliata, sia in seguito a peeling chimico professionale che casalingo, è più sensibile ai raggi UV per cui si consiglia una crema con SPF 30 o più. di Teresa Peccerillo

Il più rapido:

scrub viso allo zucchero e limone

- 2 cucchiaini di zucchero;
- 1 cucchiaino di succo di limone.

Mescolare e massaggiare il viso con il composto. Ideale per purificare la pelle anche quando si è di fretta!

Il più profumato:

scrub viso allo zucchero e menta

- Olio essenziale di menta 5 gocce;
- 100 gr di zucchero;
- 30 gr di olio di riso; un cucchiaio di malto di mais.

Ideale perché si conserva a lungo se ben chiuso in un barattolo di vetro. Da utilizzare in piccole quantità una o due volte a settimana.

Il più esotico:

scrub viso al riso e polline

- 1 cucchiaino di riso bianco;
- 1 e ½ di bicarbonato;
- 1 e ½ di riso integrale;
- 2 cucchiaini di polline.

Questo scrub per pelli lunari nasce in Giappone. Tritare bene tutti gli ingredienti con un mixer da cucina e riporre in un sacchettino di tela. Passare sotto un filo di acqua calda per inumidire e amalgamare il tutto e utilizzare. Per conservarlo occorre farlo asciugare bene accanto ad una fonte di calore come un termosifone.


di Teresa Peccerillo



Commenta l’articolo

Fai una domanda al medico