Medicina Estetica

Fili di trazione Roma- dr.ssa Maria Napolitano

In Breve


• Fili di trazione: il trattamento non invasivo dai risultati immediati per riacquisire la tonicità della pelle
• Viso e corpo: l’innesto dei fili è utile anche sulle zone più critiche
• Materiale riassorbibile che stimola la produzione del collagene: i fili di trazione fanno bene anche quando svaniscono!

La Dr.ssa Maria Napolitano, medico estetico e dermatologa, ha sede a Roma in via Latina.
In questo articolo ci illustra uno dei trattamenti di cui è fautrice: i fili di trazione.

Fili di trazione, cosa sono e a cosa servono?

I fili di trazione si utilizzano in medicina estetica per minimizzare la perdita di tono e riposizionare i tessuti ponendo rimedio alla loro lassità.

Dove vengono inseriti e come funziona il loro innesto?

Vengono inseriti, quando si tratta del viso, a livello zigomatico, sopraccigliare e sono favoriti anche quando si tratta di alzare la zona cervico mandibolare e quella del collo.
Il loro funzionamento è così strutturato: è previsto l’inserimento di un filo di entrata e uno di uscita, dotato di coni che vanno ad ancorarsi al sottocute, con l’effetto, appunto, di trazione.

Il risultato è immediatamente visibile?

Assolutamente sì! Il risultato è immediato e l’effetto è incredibilmente naturale e dura circa un anno e mezzo.

Ritiene sia sempre preferibile ricorrere ai fili di trazione invece che a trattamenti più invasivi?

Io sono un medico estetico e dermatologo, di fronte ad un cedimento non eccessivo i fili mi danno soddisfazione, anche perché non tutti i pazienti vogliono sottoporsi ad un intervento chirurgico. Tuttavia, i fili di trazione possono effettuarsi in sinergia ad altri trattamenti. Si può associare, ad esempio, al filler o alla tossina botulinica.

Quanti anni ha il paziente che si rivolge a lei per ricevere un innesto di fili di trazione?

Mediamente sui 50. Ma dipende sempre dal tipo di pelle e dalla sua elasticità.

L’utilizzo dei fili di trazione è riservato esclusivamente al viso?

Si utilizzano maggiormente sulle zone del viso, ma sono molto utili anche per zone del corpo, come braccia, sottogluteo e cosce, adottando qualche accortezza in più ad esempio nel caso delle braccia: sono sempre in movimento e i fili potrebbero spezzarsi. Ecco perché è importante rivolgersi sempre a dei professionisti!

I fili sono riassorbibili? E possono essere dannosi per la salute?

Sono assolutamente riassorbibili, sia quelli fatti in polilattico che quelli in pdo. Non solo non sono affatto dannosi, ma, al contrario, stimolano la produzione di collagene endogeno che migliora visibilmente la texture.

Qual è il trattamento che preferisce effettuare?

Amo il mio mestiere a 360 gradi, ma il mio cavallo di battaglia è il filler labbra! Anche lì bisogna mediare tra ciò che sta bene al paziente e ciò che è la sua richiesta iniziale, ma non ho mai troppe difficoltà nel farlo: alla fine escono tutte soddisfatte e, di conseguenza, lo sono sempre anche io!


Intervista di Giancarlo Loiacono

15 Febbraio

Roma, Tastevere

Prima data

logo