Autunno da mangiare. In cucina con lo chef Alessandro Circiello

Dopo le vacanze estive, si sa, tornare alla normalità non è mai semplice. La vita frenetica, fatta di innumerevoli impegni lavorativi e familiari, può mettere a dura prova il fisico e la mente, causando un malessere generale che spesso si traduce in stress, ansia, nervosismo e spossatezza eccessiva.

Una sana e corretta alimentazione può aiutarci a prevenire questo tipo di problematiche e ad affrontare con rinnovate energie il ritorno alla quotidianità, soprattutto se la pausa è stata lunga. Abbiamo chiesto allo chef Alessandro Circiello, presidente della Federcuochi Lazio, ospite fisso di note trasmissioni televisive come “Buongiorno Benessere” su Raiuno, di darci qualche consiglio culinario per rimetterci in sesto…
Ingredienti Ricette Autunno
- Alga Spirulina
- Maca
- Carote
- Zucca
- Zenzero
Alessandro, quali sono secondo lei i prodotti alimentari da consumare in questo periodo di inizio autunno?
“Adesso ci sono ottimi prodotti di frutta e verdura. L’importante, come sempre, è preferire quelli di stagione perché hanno un valore nutrizionale maggiore ed anche perché costano meno. In questo periodo di ritorno alla routine quotidiana e quindi di forte stress, in cui il corpo deve riabituarsi ai ritmi frenetici della vita quotidiana, possiamo preparare ricette energizzanti. Un esempio di piatto veloce e leggero è il riso nero con pollo cotto a bassa temperatura, condito con una salsa fatta con rape rosse, carote e zenzero. Questi tre ingredienti hanno delle fantastiche proprietà depurative e delle virtù antisettiche. Se poi ci uniamo anche un po’ di frutta secca come noci e mandorle, andiamo a completare l’effetto benefico per gli oli essenziali che contengono”.

Dopo l’estate spesso dobbiamo fare i conti con i capelli che risultano spenti, sfibrati e che cadono facilmente. L’alimentazione può aiutarci a rendere la nostra chioma di nuovo forte e lucente?
“Certamente sì. Si possono preparare sostanziose insalate con frutta secca e avocado. In questo caso consiglio sempre di usare le mandorle, non quelle bianche ma quelle con la pelle. Oppure questi ingredienti li possiamo combinare insieme per fare una salsa gustosa di accompagnamento ad un pesce come la ricciola, cotta in padella con lattuga ed erbe aromatiche (timo, aneto, cerfoglio) che servono ad eliminare il sale e a valorizzare il sapore del piatto”.

Un alimento utile che molti nutrizionisti consigliano in questo periodo è l’alga spirulina per le sue molteplice proprietà benefiche. Le viene in mente qualche ricetta facile e veloce da preparare con questa potente alga?
“L’alga spirulina è un prezioso alleato del nostro organismo perché fortifica il sistema immunitario, depura, dà maggiore energia e migliora la qualità della nostra pelle. Questa alga si assimila bene se accostata alla farina. Quindi si può abbinare al pane, ai prodotti da pasticceria o alle paste. Mangiare ravioli impastati con la spirulina e farciti con del pesce azzurro condito con del sale iodato fa molto bene a chi ha problematiche tiroidee”.

Invece la maca, questa pianta peruviana che si conosce poco ma che ha proprietà ricostituenti importanti, come la possiamo usare in cucina e soprattutto come la troviamo?
“Si trova principalmente in polvere come la curcuma ed è ottima con dei risotti o come accompagnamento ad una carne cotta in forno condita anche con salvia e limone, ingredienti che frullati insieme hanno virtù digestive”.

Gli ultimi dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ci dicono che l’Italia ha uno dei più alti tassi di obesità tra i paesi europei, soprattutto quando si parla dei giovani. Eppure la nostra dieta mediterranea ce la invidiano in tutto il modo. Cos’è che non funziona?
“Manca sicuramente una adeguata educazione alimentare. I ragazzi a scuola mangiano tanti snack, ricchi di grassi nocivi, e fanno poca attività fisica. È vero che la dieta mediterranea leader al mondo come gusto e salubrità ma anche vero che alla base di questo regime alimentare ci sono frutta, verdure e legumi, prodotti che si consumano poco. Spesso si preferisce la pasta perché veloce da preparare ma se ne mangia troppa così come si mangia troppa carne rossa e formaggi di vario tipo. Per uno stile di vita sano non è importante solo la qualità del cibo che si ingerisce ma anche la quantità. Noi italiani consumiamo troppa pasta, pizza e pane e pochi legumi, verdure e pesce, prodotti fondamentali invece per stare in forma”.

di Teresa Peccerillo



Commenta l’articolo

Fai una domanda al medico