Chirurgia Plastica

Chirurgia Intima Milano – Dr.ssa Alessandra Cecchini

In Breve


• Chirurgia Intima Femminile Milano. La dr.ssa Alessandra Cecchini parla degli interventi di chirurgia che risolvono problemi di funzionalità dei genitali femminili, migliorano l’estetica e aumentano il piacere sessuale
• L’ipertrofia delle piccole labbra è un dismorfismo molto comune che si risolve con la chirurgia intima
• 18 – 65 è l’intervallo d’età delle donne che sempre più spesso ricorrono a questo tipo di chirurgia
• Non solo funzionale, la Chirurgia Intima è anche estetica perché la bellezza segreta di ogni donna riguarda ogni punto del corpo

Dr.ssa Alessandra Cecchini

La bellezza segreta. Vi spiego cos’è la Chirurgia intima femminile

Ringiovanimento vaginale, labioplastica, lipofilling del monte di venere: sono alcune delle parole chiave della nostra intervista alla dr.ssa Alessandra Cecchini, chirurgo plastico. Con lei abbiamo voluto indagare alcuni concetti legati alla Chirurgia Intima Femminile perché sempre più donne si rivolgono al medico per risolvere problematiche o inestetismi spesso taciuti per pudore.
Che si tratti di un dismorfismo genetico o dell’esito di un evento traumatico come il parto, i problemi legati alla sessualità sono spesso causa di disagi profondi che possono riguardare più aspetti della propria vita. L’invito della dottoressa e di molti colleghi medici è quello di non tacere e di “confidarsi” con uno specialista per trovare la strada migliore da percorrere.
Allo stesso tempo non è necessario che a spingere una donna dal medico sia un problema funzionale, oggi l’idea di bellezza più che mai riguarda ogni zona del corpo, anche le più nascoste.

Che cos’è la Chirurgia Intima Femminile?

«È l’insieme di interventi e trattamenti volti a migliorare l’estetica e la funzionalità dei genitali femminili. Capita che donne tra i 18 ed i 65 anni abbiano problemi intimi che siano causa di disagio psicofisico. I più comuni sono l’esuberanza delle piccole labbra a prescindere dall’età della paziente e l’assottigliamento della mucosa vaginale dopo la menopausa».

Esistono interventi utili ad aumentare il piacere sessuale?

«Certamente, in chirurgia si pratica l’aumento del punto G, ovvero un intervento ambulatoriale durante il quale viene iniettato 1 ml di acido ialuronico nella zona in cui si presume si trovi il punto G. Dando più volume, durante l’atto sessuale si prova maggiore piacere.
Molte pazienti chiedono il restringimento del canale vaginale per motivi analoghi».

Altri interventi di natura esclusivamente estetica?

«Il lipofilling del monte di venere, ad esempio».

Qual è l’intervento più richiesto?

«La riduzione delle piccole labbra poiché va al di là del problema estetico e causa importanti disagi a livello funzionale. Alcune donne non riescono ad indossare capi d’abbigliamento aderenti o a praticare molti sport».

Cosa consiglia lei ad una paziente che ha timore a rivolgersi al chirurgo?

«Avvicinarsi ad un chirurgo donna credo aiuti a sentirsi più capite. A parte questo dico che una chiacchierata non costa nulla, il chirurgo sa dire anche di no, bisogna affidarsi alla professionalità dello specialista che si sceglie di consultare perché a volte basta poco per risolvere un disagio importante».

Da che età si interviene?

«Io ho pazienti dai 18 ai 65 anni. Qualche giorno fa mi ha scritto una ragazzina di 16 anni che vive un disagio intimo importante. Purché ci sia il consenso dei genitori si può intervenire anche alla sua età».


Articolo di Teresa Peccerillo